141628
Image 0 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena
Image 1 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena
Image 2 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena
Image 3 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena
Image 4 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena
Image 5 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena
Image 6 - Valle Morobbia: Giubiasco - Carena

Il percorso ha inizio al Municipio di Giubiasco (244 m slm), sulla strada cantonale che da Piazza Grande, una delle più vaste del Cantone (chiesa di S. Maria Assunta), si inerpica verso la Valle Morobbia.

La strada sale il pendio vignato che conduce a Lôro e a Pianezzo sede del ritrovamento di una necropoli gallo-romana e della Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo.
Lasciato Pianezzo la strada prosegue verso Vellano, la prima delle cinque frazioni del Comune di S. Antonio.
Dopo Pianezzo e prima di Vellano, tenere la destra ed evitare le due deviazioni per Paudo.
Poco oltre Vellano si raggiunge Carmena, sede del Municipio e della chiesa di S. Antonio. Più avanti, varcata la valle di Melirolo, si giunge a Melera ed infine a Carena (958 m slm), arrivo del percorso, che si trova appena prima dell'oratorio di San Bernardino.
Sulla via del ritorno è consigliata una deviazione a Paudo, bel villaggio adagiato su un panoramico terrazzo.
Oltre Carena la strada sterrata porta all'area archeologica dell'antico forno e maglio (attivato alla fine del '700), che si trova sulla Via del ferro, percorso tematico transfrontaliero (vedi website). Dal Maglio si raggiunge l'Alpe del Giumello (1594 m slm) e poi il Passo San Jorio (2012 m slm) o la Bocchetta di Sommafiume (1925 m slm).

Suggerimenti

Questo itinerario si snoda su strade aperte al traffico motorizzato, rispetta le regole stradali: www.prudenza-precedenza.ch

Varianti

-


Presso questo itinerario